Archivi categoria: Amministrazione Comunale

Ma perché “Pieve” deve essere un paese diverso

logo_premio_comuni_virtuosi_2016Questa è una domanda che ci poniamo ogni qualvolta percorriamo le nostre strade per recarci o transitando nei Paesi vicini.

Tutti e diciamo tutti!!! questi Paesi sono ben tenuti, più ordinati, più puliti, i Cittadini più tutelati e rispettati, in poche parole sono Paesi assai più gradevoli.

Tutti quanti hanno i loro Centri ben sistemati, strade, piazze e immobili comunali puliti e ben tenuti, con arredi urbani eccellenti.

Ogni Paese ha Guardie comunali, che sono indispensabili per il rispetto delle ordinanze, delle leggi, dei regolamenti, del decoro urbano e della circolazione, contribuendo altresì alla sicurezza dei propri Cittadini, Piedimulera che ha un organico di due Guardie, ha addirittura chiesto di recente al Comune di Domodossola, la disponibilità temporanea di altre Guardie comunali.

Invece da noi sono ben nove anni che non ci sono in organico Guardie comunali, ed i risultati si vedono, siepi, piante ed arbusti che invadono strade e marciapiedi, merda di cane ovunque, mancato rispetto delle ordinanze e dei regolamenti, posteggi in ogni dove, soste in divieti ed incroci, telefonate in auto, insomma il ben godi per incivili, prepotenti ed ignoranti Continue reading

Riparliamo della bonifica…

bonifica_pieve_vergonreDopo qualche tempo siamo a riproporre il tema della “BONIFICA”, che pur non essendo più l’argomento più discusso a Pieve, occupa però sempre i pensieri del Cittadini.

I lavori sono iniziati da qualche mese, salvo una breve interruzione il cui motivo è stato oggetto di considerazione e discussione da parte di tanti, e si comincia a vedere una grande spianata con automezzi e macchinari che vanno e vengono, ma dei fantomatici 200 e più operai che dovrebbero lavorarci, a noi sembra ben poca presenza.

La “BONIFICA” avrebbe dovuto risolvere, in parte, i problemi occupazionali di Pieve e dare un consistente impulso alle attività economiche del Paese, sarebbe quindi interessante e curioso sapere quanta manodopera locale è impegnata nei lavori.

Riguardo poi alle attività economiche abbiamo tutti letto le critiche e le lamentele espresse da un’Imprenditore deluso assai di come vengono impiegate le Ditte locali e delle naufragate aspettative di nuovo lavoro, mentre per le attività commerciali le lamentele circa il mancato incremento promesso sono giornaliere.

Ma al di la di questi argomenti, che sono assai importanti per la collettività pievese, il nostro intervento vuol riferirsi alla decrepita condizione in cui si trovano parte degli edifici ed impianti produttivi dismessi ex-Rumianca. Continue reading

I Nostri Ragazzi, La Loro Scuola, Il Nostro Avvenire

scuola_famigliaIl nostro avvenire, è risaputo, è affidato ai nostri figli, ai nostri nipoti. Una buona riuscita nella scuola garantisce loro un futuro sereno e l’inserimento nella società civile assai più facilitato.

La loro formazione scolastica inizia innanzitutto nella Scuola materna, ma che è basilare per i nostri ragazzi sono la Scuola elementare e la Scuola media, chiamate anche Scuole primarie, che sono le basi indispensabili per la loro riuscita nelle più diverse fasi successive ed in tutti i settori dello studio.

Per l’apprendimento del sapere e del conoscere è indispensabile che le Scuole primarie possano trasmetter loro, nel miglior modo possibile, tutte quelle importantissime nozioni che sono le basi per il loro studio e poi nella loro vita.

Per ottenere tutto questo occorre che le Scuole primarie siano all’altezza del loro importantissimo compito e pertanto debbono essere sempre all’avanguardie ed sempre aggiornate nei più diversi sistemi d’apprendimento. Continue reading

Ed i Vigili Urbani???

Vigili urbaniIl Comune di Morsano al Tagliamento è da due mesi senza vigili urbani e la notizia è apparsa sui principali quotidiani italiani ed oggetto di servizi televisivi. creandone un caso nazionale. Il Comune succitato ha una popolazione di circa 2800 anime, pressapoco come Pieve e la mancanza del vigile ha causato lamentele, interpellanze e proteste verso l’Amministrazione comunale.

I compiti dei Vigili urbani, non è come molti credono solamente quella di regolare il traffico, Essi debbono controllare il territorio, segnalare guasti ed eventuali abusi edilizi, debbono far rispettare ordinanze, leggi e regolamenti comunali, aiutare e segnalare coloro che sono in difficoltà. Le lamentele più sentite sono però quelle relative alle strade ed ai suoi utenti, per il mancato rispetto delle segnaletiche, i posteggi fuori regola, le velocità pericolose, i rumori assordanti dei motorini, l’uso del telefono alla guida.Tutto questo fatto dai pochi, Utenti incivili e prepotenti a discapito dei Cittadini, che diligenti rispettano regole, leggi ed ordinanze.  Se nel Comune di Morsano al Tagliamento si è creato questo subbuglio per soli due mesi di mancanza del Vigile urbano, cosa dovremmo dire noi di Pieve che siamo senza Vigili urbani in ruolo sin dal 31 dicembre 2009 Continue reading

Ci risiamo…non cambiano mai

inserimentoAbbiamo le strade comunali certamente più dissestate e fatiscenti fra i Comuni della nostra Provincia, basta fare un giro per le strade interne del Capoluogo e delle Frazioni per rendersene conto, rappezzi malfatti, buche, tombini infossati, salti e sconnessioni.

Ma loro imperterriti continuano a fare nuove strade, della cui necessità c’è da discutere, l’ultima in ordine di tempo è l’allargamento della strada che lungo l’Anza porta alla località Gabbio.

Per raggiungere il Gabbio c’è di già un’altra strada comunale, in cui possono transitare anche grossi automezzi, mentre quella interessata ai lavori era di certo stretta, larga solo 240 cm., ma veniva per lo più usata da pedoni, da genitori coi loro bambini, da padroni coi loro cani, da ciclisti, motociclisti e piccole auto, pensiamo che era più che sufficiente per la necessità della frazione e dei loro pochi Abitanti. Continue reading

Finalmente un lavoro utile…però…

marciapiede pieve vergone
Dobbiamo darne atto finalmente un lavoro utile ed anche ben fatto, cosa rara in questi anni per Pieve Vergonte.

Ci riferiamo al rifacimento del marciapiede che va dal Teatro Massari all’ entrata degli ambulatori medici, complimenti al Progettista ed all’Impresa che lo ha eseguito.

E’ stato sostituito quello di cemento che era in pietose condizioni e che poteva procurare danni e continui disagi ai Cittadini che vi transitavano, con nuovi cordoli e marciapiede in blocchetti di sarizzo.

Ci voleva proprio, anzi si doveva intervenire tanti anni fa, ma come dice il proverbio, “meglio tardi che mai”,

però…, Continue reading

Quanti soldi si spendono per deviare la Marmazza

torrente MarmazzaAvevamo già inserito nel nostro blog la discussione sulla Marmazza, ora che dopo la riunione con gli Agricoltori sembrerebbe che sia prossimo l’inizio dei lavori, vogliamo riprendere l’argomento e far comprendere, cifre alla mano, la “follia” di insistere sulla deviazione del torrente (corso d’acqua in pendenza, alimentato da pioggia autunnali e primaverili, con lunghi periodi di mancanza d’acqua, completamente asciutto) Marmazza.

La Syndial, Società del gruppo ENI, che fa opere di bonifica in tutto il mondo, può contare su Tecnici d’assoluto valore mondiale, quando ha presentato il loro primo progetto di bonifica, la deviazione della “Marmazza” non era assolutamente prevista, era invece prevista una vasca d’espansione, d’emergenza, prima che la “Marmazza” entri nello Stabilimento. Continue reading

La nostra letterina a…Gesù Bambino

Gesù BambinoFino agli anni ottanta i doni di Natale ai “Bambini buoni” li portava Gesù Bambino, ma Lui non poteva scendere dal cielo con l’elicottero, o andare nei centri commerciali o per le strade del centro delle città a far da richiamo per invogliare agli acquisti natalizi, a volte inutili.

Poi il “consumismo” ha pensato bene di trasformare Babbo Natale quale portatore di doni, e mandando così Gesù bambino in…soffitta, noi su questo cambiamento non ricordiamo però il disagio o le rimostranze della Chiesa cattolica.

Noi però quali vecchi tradizionalisti scriviamo la nostra lettera a Gesù bambino, noi il “commerciale Babbo natale” lo riteniamo solamente come il figlio del consumismo e basta, ci fidiamo certamente più di Gesù bambino che ha accontentato tanti nostri “bravi bambini”.

Abbiamo tante, troppe cose da chiedere a Gesù bambino, abbiamo, pensiamo, scelto quelle che i Cittadini pievesi possono maggiormente condividere, ed abbiamo chiesto questo: Continue reading

E se invece della bonifica…!!!

bonifica 2015Sono anni che se ne parla, la “bonifica” è anche servita, e non poco, a qualcuno per vincere le elezioni amministrative nel 2014, si sono create illusioni e speranze, la “bonifica”, secondo gli ottimisti e creduloni, avrebbe dato sviluppo economico al nostro Paese, tanti, troppi di certo erano, o sono stati convinti, che la “bonifica” avrebbe creato decine di posti di lavoro, ma ad oggi nulla di tutto questo.

Sono passati anni ma a tutti resta un grande interrogativo, si farà o non si farà, ma quando e come ???

Pochi Cittadini conoscono come dovrebbe svolgersi la tanto attesa “bonifica” ed allora, dopo aver presenziato alla presentazione della primavera scorsa, ed aver ben letto e studiato il fascicolo distribuito, ma non a tutti, (non si sa perché è stato dato a tutti i partecipanti alla riunione di Vogogna ed a noi a Pieve nulla) vediamo quindi di spiegarlo in poche chiare parole:

• l’intervento consisterebbe nello scavare il terreno per una certa profondità, notare bene, “solo all’interno del muro di cinta dello stabilimento”, analizzarlo e se tanto inquinato sarà caricato e portato via, mentre quello che rientrerà nei parametri previsti verrà accumulato all’esterno dello stabilimento, di fianco alla superstrada creando alcune colline alte decine di metri, il tutto va poi ricoperto con terra e piantato alberi.

• pertanto tutti i terreni attorno al muro di cinta, di Privati e non, rimarranno tal quali, non sono oggetto di alcuna “bonifica”, per capirci meglio, vengono spesi soldi “pubblici” per bonificare solamente i terreni di una Società in parte privata così che un domani possa utilizzarli come e quando vuole od addirittura venderli, mentre per gli altri terreni si arrangino i proprietari, alla faccia della Cittadinanza.

i lavori sono previsti per una durata di dodici anni, dicono che saranno prese tutte le precauzioni per arrecare il minor disagio possibile alla Cittadinanza. Continue reading

Non sempre vale “meglio tardi che mai”

Dante GiavinaNe avevamo sentito parlare ma non ci credevamo, oggi però abbiamo visto la locandina affissa in più posti ed allora non possiamo non meravigliarci, e così vogliamo anche noi ricordare e ricordarvi un po’ la storia politica di Dante Giavina.

Nel 1999 quando per la prima volta venne eletto Sindaco Maria Grazia Medali, Dante, sconfitto nella competizione elettorale, faceva parte della Minoranza assieme ad un collega di lista, ed al candidato Sindaco della terza lista sconfitta, l’architetto Francioli.

Al momento della nomina dei componenti del nostro Comune in seno alla Comunità Montana Monte Rosa, nella quale è prevista la presenza di un componente della Minoranza e dalla stessa indicato, il Sindaco e la Maggioranza, con un atto d’imperio, non hanno tenuto conto della candidatura espressa dalla Minoranza che era il Dante, ma hanno votato il “terzo incomodo”, il Consigliere Francioli, ed a nulla sono valse le giuste proteste di Dante.

Dante per ottenere “giustizia” ha dovuto rivolgersi al TAR il quale gli ha dato pienamente ragione, ne è conseguita la Sua elezione quale rappresentante di minoranza del nostro Comune nel Consiglio della Comunità Montana Monte Rosa Continue reading