Archivi categoria: Cultura

I Nostri Ragazzi, La Loro Scuola, Il Nostro Avvenire

scuola_famigliaIl nostro avvenire, è risaputo, è affidato ai nostri figli, ai nostri nipoti. Una buona riuscita nella scuola garantisce loro un futuro sereno e l’inserimento nella società civile assai più facilitato.

La loro formazione scolastica inizia innanzitutto nella Scuola materna, ma che è basilare per i nostri ragazzi sono la Scuola elementare e la Scuola media, chiamate anche Scuole primarie, che sono le basi indispensabili per la loro riuscita nelle più diverse fasi successive ed in tutti i settori dello studio.

Per l’apprendimento del sapere e del conoscere è indispensabile che le Scuole primarie possano trasmetter loro, nel miglior modo possibile, tutte quelle importantissime nozioni che sono le basi per il loro studio e poi nella loro vita.

Per ottenere tutto questo occorre che le Scuole primarie siano all’altezza del loro importantissimo compito e pertanto debbono essere sempre all’avanguardie ed sempre aggiornate nei più diversi sistemi d’apprendimento. Continue reading

Un grande successo…generoso

Cantando sotto la pieveLo sappiamo ormai tutti, nella serata di sabato scorso, 02 aprile 2016, presso il Teatro Massari si è svolta la serata:

CANTANDO SOTTO LA PIEVE

e tutti conoscono il grande successo ottenuto, i Pievesi si sono mobilitati nell’occasione, il Teatro Massari era strapieno, addirittura alcuni non hanno potuto entrare.

Vogliamo anche noi plaudire all’evento, la serata ricca di emozioni ha suscitato l’entusiasmo dei Cittadini Pievesi, i Concorrenti hanno tutti dato “il loro meglio” e sono stati assai apprezzati per il loro impegno, per la loro partecipazione.

Un sentito e doveroso ringraziamento lo facciamo di cuore alle “ragazze” ed ai Soci dell’Associazione “SOPRA LE RIGHE”, hanno lavorato al meglio e col loro entusiasmo sono riuscite ad organizzare, come meglio non si poteva la grande serata.

Non tutti sanno però che questi grandi, magnifici e generosi volontari di “SOPRA LE RIGHE”, non solo hanno dedicato tanto del loro tempo libero e non, si sono pure autofinanziati affinché la serata riuscisse nel migliore dei modi, hanno sostenuto personalmente tutte le spese d’organizzazione della serata ed addirittura le tasse dovute alla SIAE. Continue reading

Non sempre vale “meglio tardi che mai”

Dante GiavinaNe avevamo sentito parlare ma non ci credevamo, oggi però abbiamo visto la locandina affissa in più posti ed allora non possiamo non meravigliarci, e così vogliamo anche noi ricordare e ricordarvi un po’ la storia politica di Dante Giavina.

Nel 1999 quando per la prima volta venne eletto Sindaco Maria Grazia Medali, Dante, sconfitto nella competizione elettorale, faceva parte della Minoranza assieme ad un collega di lista, ed al candidato Sindaco della terza lista sconfitta, l’architetto Francioli.

Al momento della nomina dei componenti del nostro Comune in seno alla Comunità Montana Monte Rosa, nella quale è prevista la presenza di un componente della Minoranza e dalla stessa indicato, il Sindaco e la Maggioranza, con un atto d’imperio, non hanno tenuto conto della candidatura espressa dalla Minoranza che era il Dante, ma hanno votato il “terzo incomodo”, il Consigliere Francioli, ed a nulla sono valse le giuste proteste di Dante.

Dante per ottenere “giustizia” ha dovuto rivolgersi al TAR il quale gli ha dato pienamente ragione, ne è conseguita la Sua elezione quale rappresentante di minoranza del nostro Comune nel Consiglio della Comunità Montana Monte Rosa Continue reading

C’era una volta…

 

Cera_una_voltaI nostri Ragazzi non lo hanno conosciuto, i Cinquantenni ne hanno un sbiadito ricordo, ma da questo Blog vogliamo ricordarlo e raccontarlo.

C’era una volta un piccolo Paese, con poco meno di 3000 Abitanti, in cui c’erano le Sezioni dei vari Partiti che si riunivano per discutere dei diversi problemi, quanto si doveva fare nell’interesse del loro Concittadini per migliorarne la situazione economica e sociale, si decidevano assieme i lavori più importanti da eseguire.

Nelle scelte più importanti veniva coinvolta la Cittadinanza, funzionavano i “Consigli di Frazione” che raccoglievano le istanze, le richieste ed i desideri dei Cittadini per poi trasmetterle e discuterle con l’Amministrazione Comunale.

Erano altri tempi e molti oggi li rimpiangono, infatti:

  • C’era lavoro per tutti, gli Uomini nelle due fabbriche, nelle quali erano occupati più di mille tra Operai ed Impiegati, nelle tante imprese artigiane, le Donne lavoravano nelle “pietrine” oppure alla clifford, e fra i pochissimi disoccupati una parte lo erano per “professione”;
  • C’era l’agricoltura e l’allevamento che davano un importante contributo all’economia di molte Famiglie;
  • C’erano più di 900 mucche senza contare asini, capre, maiali e pecore, quasi in ogni Famiglia si tenevano galline e conigli per il consumo domestico;

Circolo chiuso

Circolo Pieve vergonteEgregio Signor Sindaco;
Al Capogruppo di maggioranza;

Ai Capigruppo di minoranza, del nostro
COMUNE DI PIEVE VERGONTE

Egregi Signori,

a Pieve esiste il fabbricato di proprietà comunale da sempre destinato a luogo d’incontro e di ritrovo, nel tempo ha cambiato diverse denominazioni le più ricordate sono

• Casa del Popolo;
• Dopolavoro;
• Circolo ENAL.

In esso si sono sempre ritrovati Operai e Pensionati ed ultimamente anche i Giovani, per i loro pochi momenti di svago, giocando a carte, discutendo, alcuni di politica, altri di sport, altri dei pettegolezzi locali, insomma è il luogo in cui i Cittadini passano il loro tempo libero, in particolare nelle giornate del nostro lungo inverno Continue reading

Ma davvero non servono i partiti politici???

Simboli da PCI a PD LaSinistraL’art. 49 della Costituzione Italiana recita: “tutti i Cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in Partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”.

La parola “politica”, significa: “amministrazione della città per il bene di tutti ed alla quale tutti i Cittadini partecipano”.

Gli Italiani hanno quindi pensato di mettersi assieme, visto che l’unione fa la forza, confluendo, la maggior parte di Operai, Braccianti e Pensionati nel Partito comunista italiano; nella Democrazia cristiana sono confluiti in maggior parte Cattolici, “ricchi”, Capitalisti, Industriali; altri nei tanti Partiti minori, ottenendo così un maggior peso politico in difesa dei loro diritti, del posto di lavoro, del salario e della pensione Continue reading

Non serve solamente per pettinarsi o grattarsela

grattarsi la testaLa testa dovrebbe servire “principalmente” per tutt’altre cose importantissime!!!, per pensare, per riflettere, per analizzare, ma vedendo quel che è accaduto e quel che continua ad accadere, i nostri pensieri, le nostre riflessioni, le nostre analisi per molti Italiani sono solamente un “optional” e nulla più.

D’altronde le statistiche europee mettono gli Italiani al primo posto per l’analfabetismo di ritorno e purtroppo se ne vedono i risultati.

Crediamo all’ultimo che parla, a chi grida più forte, quanto dicono alla televisione è per molti di noi pura verità, il nostro “vangelo”.

Quando ci hanno raccontato che per risolvere il problema del nostro Paese e di noi Italiani era “PRIVATIZZARE, PRIVATIZZARE” e noi “popolo bue” ci abbiamo creduto ed abbiamo accettato, senza tanto protestare, la privatizzazione dell’ENEL, della TELECOM, delle FERROVIE, dell’ENI, delle POSTE e di tantissime altre attività pubbliche, trasformandole in S.p.A. e mettendo quindi le Azioni in vendita, che sono state acquistate non certamente, salvo qualche piccola eccezione, da operai , casalinghe e pensionati, ma bensì da Fondi d’investimento e dai grandi Capitalisti. Continue reading

Ciao Dante

condoglianze per dante gravinaOggi è mancato Dante Giavina, al termine di una lunga malattia il suo fisico lo ha abbandonato.

Dante è stato da sempre in Politica, nel nostro Comune è stato Consigliere, Assessore ed infine Sindaco, è stato altresì Consigliere ed Assessore nella Provincia di Novara.

E’ stato di certo un Politico della 1^ Repubblica, in cui gli antagonisti erano avversari e non come ora che sono nemici, ha osservato con scrupolo e rigore quello che ha distinto tale periodo politico: l’onestà e la correttezza.

Era amico di tutti, anzi come diceva Lui, esagerando assai, “amicissimo” di tutti quelli che aveva conosciuto anche solo occasionalmente. Continue reading

La Notte di Samhain

La notte di SamhainNella serata di Halloween a Santa Maria è stata preparata ed organizzata la “Notte di Samhain”, è risultata una serata davvero “fantastica”, in cui certamente ha contribuito l’ambientazione nella Frazione; i suoi vicoli, le stradine strette e tortuose, le tante scale scoscese, salite e le discese, le tante case storiche hanno certamente contribuito alla riuscita dell’evento.

Le ambientazioni sono state fatte con cura e scrupolo, i tanti Personaggi, dal vivo, in costume, la colonna sonora, le tantissime candele che illuminavano il percorso, i tantissimi fantasmi dislocati in ogni dove, il mangiafuoco, le magiche bolle di sapone, le musiche e le danze celtiche hanno costituito un meraviglioso scenario nella riuscitissima “notte di Samhain”. L’idea di far percorrere il tragitto in piccoli gruppi, “guidati da una Strega” con il suo lanternino e campanaccio, ha fatto sì che tutti quanti hanno potuto ammirare e “godere” delle tante ambientazioni e dei suoi Personaggi. Continue reading

C’era una volta…amarcord

0004I nostri Ragazzi non lo hanno conosciuto, i Cinquantenni ne hanno un sbiadito ricordo, ma da questo Blog vogliamo ricordarlo e raccontarlo. C’era una volta un piccolo Paese, con poco meno di 3000 Abitanti, in cui c’erano le Sezioni dei vari Partiti che si riunivano per discutere dei diversi problemi, quanto si doveva fare nell’interesse del loro Concittadini per migliorarne la situazione economica e sociale, si decidevano assieme i lavori più importanti da eseguire.

Nelle scelte più importanti veniva coinvolta la Cittadinanza, funzionavano i “Consigli di Frazione” che raccoglievano le istanze, le richieste ed i desideri dei Cittadini per poi trasmetterle e discuterle con l’Amministrazione Comunale. Continue reading