Archivi categoria: Senza categoria

DEVIAZIONE TORRENTE MARMAZZA

marmazza_images_sampledata_2018_dicembre_thumb_medium650_0

Buongiorno a tutti,
abbiamo predisposto una lettera alle Autorità del Paese competenti nell’oggetto per chiedere Loro una attenta attenzione, una doverosa valutazione ed una conseguente riflessione sui lavori in corso per la deviazione del Torrente Marmazza.

Si seguito la lettera in originale

S.E. Ill.mo
PREFETTO DEL V.C.O.
Dr. Formiglio Michele
Via Buonarroti, 100
28922 – VERBANIA – VB,

S.E. Ill.ma
Dr.sa Bossi Olimpia
PROCURATORE DELLA REPUBBLICA
presso Tribunale di Verbania
Corso Europa, 3
28922 – VERBANIA – VB,

S.E. Ill.mo
Dr. Carlino Guido
PRESIDENTE CORTE DEI CONTI PIEMONTE
Via G. Bertola, 28
10122 – TORINO – TO,

Ill.mo
il Ministro dell’Ambiente e del Territorio
Sen. Pichetto Fratin Gilberto
Via Cristoforo Colombo, 44
00147 – ROMA – RM,

Ill.mo
il Ministro degli Interni
dott. Piantedosi Matteo
P.za del Viminale, 1
00184 – ROM A – RM,

Ill.mo
PRESIDENTE REGIONE PIEMONTE
Dott. Cirio Alberto
Via Nizza, 330
10127 – TORINO – TO,

Ill.mo responsabile
PROTEZIONE CIVILE PIEMONTE
Dr. De Giglio Francescantonio
Corso Marche, 79
10146 – TORINO – TO,

Ill.ma
Avv. Medali Maria Grazia
SINDACO di
28886 – PIEVE VERGONTE – VB

Egregi Signori,
a seguito dei gravissimi eventi alluvionali succeduti in Emilia Romagna nei quali, purtroppo si contano anche parecchie vittime, prendendo atto che la Natura si riprende quello che in un modo o nell’altro gli è stato tolto, con la presente ci rivolgiamo a tutte le Autorità in indirizzo per proporre un’attenta riflessione sui lavori in corso nel territorio del nostro Comune relativamente ai lavori di bonifica degli insediamenti industriali della ex Rumianca, poi divenuti ex Enichem, lavori in corso ai sensi della legge n. 426 del 09 dicembre 1998.

Per tale bonifica nel primo progetto NON ERA PREVISTA LA DEVIAZIONE DEL TORRENTE MARMAZZA, deviazione questa che parrebbe richiesta con forza dall’Amministrazione comunale per riportare il torrente Marmazza nel suo alveo pre 1920.

Il torrente Marmazza che prima degli insediamenti industriali del 1920, guardando la Mappa Rabbini, confluiva con diversi rivoli nel fiume Toce, è stato poi deviato all’interno del sito industriale, nascosto alla vista per cui gli scarichi industriali erano nascosti, da qui l’inquinamento oggetto ora di bonifica. Continue reading

NE’ ONTA, NE’ VERGOGNA…MENEFREGHISMO OD INCAPACITÀ’ ???

andrà-tutto-peggio-18-ott-730x548Non ci sono altri aggettivi per giudicare l’operato dei nostri Amministratori comunale eletti in quest’ ultima tornata elettorale.

Già con le altre amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi 20 anni, sempre “guidate” dal Sindaco Medali, avevamo preso atto delle limitate capacità amministrative degli Eletti, ma quantomeno alcuni di loro erano molto presenti sul territorio e pur nei loro limiti e condizionamenti riuscivano, nel tempo, a far fare alcuni degli interventi che venivano a loro conoscenza diretta o segnalatigli dai Cittadini.

Purtroppo in questi due anni della “quinta” legislatura a guida Medali si è andati di male in peggio, il degrado delle proprietà comunali è di gran lunga peggiorato, esso è sotto gli occhi di tutti noi, ma non certo ai Cittadini facenti parte del “circo magico” del nostro Sindaco, che pur numerosi sono una piccolissima parte della Cittadinanza pievese, ma strenui difensori dell’operato del Sindaco Medali.

Negli edifici pubblici, a partire dal Municipio, la normale manutenzione ordinaria è una chimera, per alcuni la situazione è drammatica vedi il vecchio Municipio, le vecchie Scuole del capoluogo, le ex Scuole di Fomarco, l’ex Latteria di Rumianca e drammaticamente l’ex circolo ARCI del Capoluogo. Continue reading

QUALCUNO PENSA CHE SIAMO IMBECILLI MA SI SBAGLIA

Di certo i Cittadini non sono contrari alla costruzione di nuove strade, purché queste siano utili a tutti, ma pretendono che prima di spendere i loro denari in nuove opere, quelle già esistenti siano ben curate, ben mantenute e ben pulite.

Questi nostri Amministratori, non hanno assolutamente tenuto conto delle giuste pretese dei Cittadini, ma senza alcun buon senso hanno speso una montagna dei nostri soldi per costruire nuove strade ed allargare quelle esistenti che a poco servono se addirittura pressoché inutili.

Per ricordarcelo tutti qui elenchiamo queste strade costose ed inutili:

• La strada che và in località Cengio, ove non c’è alcun residente ma solamente “amici”, non passa neppure per la Frazione Ca Bardot, abitata tutto l’anno, qui si che sarebbe utile, il cui costo deliberato è di: €. 300.000,00

• Via al Gabbio, è stata allargata e finisce in un sottopasso della ferrovia, con al centro due tralicci dell’alta tensione, costosa ed inutile: €. 172.164,00 Continue reading

IL FUTURO DI PIEVE ???… IL TURISMO

Certamente il nostro Sindaco non manca di fantasia, è notizia dallo scorso luglio che ha chiesto alla Regione Piemonte che il nostro comune sia riconosciuto come “Comune turistico”.

D’altronde in Italia i Comuni più inquinati sono pochi, solamente 44, ed il nostro, purtroppo, ci rientra appieno, ma non solo, rientra fra i cinque ad altissimo rischio, quelli dove negli ultimi 10 anni i tumori sono aumentati del 10%.

Ci sono poi delle prerogative che altri Comuni turistici di certo non hanno e quindi ci permettono di essere “unici”:

• abbiamo i ruderi ex produttivi più degradati e ben visibili ai futuri Turisti, basta andare in Stazione e sia a destra che a sinistra troviamo dei ruderi “storici” che pochi altri hanno;

• quando piove dove trovi altra località in cui ti sembra d’essere come con l’acqua alta a Venezia, e se trovi un automobilista sconsiderato ti fai una doccia completa ma gratuita, ci riferiamo sempre verso la Stazione ferroviaria;

• abbiamo anche l’aeroporto o avio-superficie di Megolo, inaugurato in pompa magna dove non sono atterrati aerei ma sembra un’inchiesta giudiziaria; Continue reading