Il potere logora chi non l’ha più

maCi sono personaggi politici che non si rassegnano d’essere ritornati ad essere “persone normali”, non avere più “potere politico” li rende nervosi, per loro non essere più dei personaggi pubblici è umiliante, abituati ad essere presenti a tutte le manifestazioni, invitati a pranzi e cene, alle più diverse inaugurazioni, alle feste locali, ad essere intervistati o partecipare a trasmissioni televisive ed a volte con qualche tornaconto economico, il tornare con umiltà a quello che erano prima degli impegni politici non gli va giù. Ed allora, con l’aiuto di pochi aspiranti alla notorietà, si danno da fare, vogliono a tutti i costi ancora apparire, si agitano, raccolgono firme e petizioni, indicono convegni, vanno a tutte le feste invitando i Partecipanti ad aderire alla loro iniziativa. Ora, questi ex hanno organizzato la raccolta di firme fra i Cittadini del VCO, per indire il referendum affinché questi si pronuncino sulla loro proposta e pensate sono riusciti ad ottenere il numero sufficiente per poter indire il referendum che si terrà il prossimo 21 Ottobre. La proposta per cui gli Elettori della Provincia del VCO saranno chiamati ad esprimersi è: passare dalla Regione Piemonte alla Regione Lombardia e per convincerci promettono un futuro roseo per tutti, pieno di risorse, lavoro, pubblici finanziamenti e quant’altro di meglio si possa pensare, diventeremmo la Provincia del bengodi. C’è però da considerare la realtà, lo sapete che le spese per il Referendum, che dovrebbero essere di circa €. 300.000,00 se non di più, li dovrà pagare la Provincia del VCO ???, coi soldi di noi Cittadini Piemntesi !!. E’ sotto gli occhi di tutti noi lo stato di degrado in cui si trovano le nostre strade provinciali, gli Amministratori affermano che NON CI SONO SOLDI PER INTERVENIRE SULLE STRADE, ed ora dovranno trovare i denari per pagare il costo del Referendum. Ricordiamoci di questo, per l’arrivismo di pochi amanti del potere, vengono usati i NOSTRI SOLDI per fare il Referendum, diamogli una dimostrazione “democratica” a questi “personaggi”, ed abbiamo due possibili soluzioni: • Non andare a votare, facendo così mancare il quorum necessario, oppure, • Andare a votare e far vincere il NO!! Questa è l’arma più democratica per dare una lezione a questi “personaggi in cerca di potere”Ci sono personaggi politici che non si rassegnano d’essere ritornati ad essere “persone normali”, non avere più “potere politico” li rende nervosi, per loro non essere più dei personaggi pubblici è umiliante, abituati ad essere presenti a tutte le manifestazioni, invitati a pranzi e cene, alle più diverse inaugurazioni, alle feste locali, ad essere intervistati o partecipare a trasmissioni televisive ed a volte con qualche tornaconto economico, il tornare con umiltà a quello che erano prima degli impegni politici non gli va giù.

Ed allora, con l’aiuto di pochi aspiranti alla notorietà, si danno da fare, vogliono a tutti i costi ancora apparire, si agitano, raccolgono firme e petizioni, indicono convegni, vanno a tutte le feste invitando i Partecipanti ad aderire alla loro iniziativa.

Ora, questi ex hanno organizzato la raccolta di firme fra i Cittadini del VCO, per indire il referendum affinché questi si pronuncino sulla loro proposta e pensate sono riusciti ad ottenere il numero sufficiente per poter indire il referendum che si terrà il prossimo 21 Ottobre.

La proposta per cui gli Elettori della Provincia del VCO saranno chiamati ad esprimersi è:

passare dalla Regione Piemonte alla Regione Lombardia

e per convincerci promettono un futuro roseo per tutti, pieno di risorse, lavoro, pubblici finanziamenti e quant’altro di meglio si possa pensare, diventeremmo la Provincia del bengodi.

C’è però da considerare la realtà, lo sapete che le spese per il Referendum, che dovrebbero essere di circa €. 300.000,00 se non di più, li dovrà pagare la Provincia del VCO ???, coi soldi di noi Cittadini Piemontesi!!!

E’ sotto gli occhi di tutti noi lo stato di degrado in cui si trovano le nostre strade provinciali, gli Amministratori affermano che NON CI SONO SOLDI PER INTERVENIRE SULLE STRADE, ed ora dovranno trovare i denari per pagare il costo del Referendum.

Ricordiamoci di questo, per l’arrivismo di pochi amanti del potere, vengono usati i NOSTRI SOLDI per fare il Referendum, diamogli una dimostrazione “democratica” a questi “personaggi”, ed abbiamo due possibili soluzioni:

  • Non andare a votare, facendo così mancare il quorum necessario

oppure,

  • Andare a votare e far vincere il NO!!

Questa è l’arma più democratica per dare una lezione a questi “personaggi in cerca di potere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*