Ma perché “Pieve” deve essere un paese diverso

logo_premio_comuni_virtuosi_2016Questa è una domanda che ci poniamo ogni qualvolta percorriamo le nostre strade per recarci o transitando nei Paesi vicini.

Tutti e diciamo tutti!!! questi Paesi sono ben tenuti, più ordinati, più puliti, i Cittadini più tutelati e rispettati, in poche parole sono Paesi assai più gradevoli.

Tutti quanti hanno i loro Centri ben sistemati, strade, piazze e immobili comunali puliti e ben tenuti, con arredi urbani eccellenti.

Ogni Paese ha Guardie comunali, che sono indispensabili per il rispetto delle ordinanze, delle leggi, dei regolamenti, del decoro urbano e della circolazione, contribuendo altresì alla sicurezza dei propri Cittadini, Piedimulera che ha un organico di due Guardie, ha addirittura chiesto di recente al Comune di Domodossola, la disponibilità temporanea di altre Guardie comunali.

Invece da noi sono ben nove anni che non ci sono in organico Guardie comunali, ed i risultati si vedono, siepi, piante ed arbusti che invadono strade e marciapiedi, merda di cane ovunque, mancato rispetto delle ordinanze e dei regolamenti, posteggi in ogni dove, soste in divieti ed incroci, telefonate in auto, insomma il ben godi per incivili, prepotenti ed ignoranti

Per non parlare degli immobili comunali, mal tenuti e decadenti, basti pensare all’ex Circolo, all’ex Municipio, alle ex scuole di Fomarco, per tutti questi ed anche agli altri (Municipio, Albergo, Casa protetta) la manutenzione è una chimera.

E le strade?, qui siamo al ridicolo, questi Amministratori continuano a far strade nuove (Cengio, Gabbio, case Giovai, dietro Albergo) tutte quante non certo indispensabili se non addirittura inutili, mentre per le vecchie, ed in spregio all’art. 14 del C.D.S., nessuna manutenzione né ordinaria né straordinaria, piene di buche, rappezzi mal fatti e pulizia inesistente.

I marciapiedi, che dovrebbero garantire l’incolumità dei pedoni, oltre ad essere troppo pochi sono anch’essi sporchi, pieni di buchi e per alcuni tratti pericolosi.

Da sempre paghiamo nei confronti dei Paesi vicini “lo stabilimento”, una volta inquinante, maleodorante e polveroso, ma che dava centinaia di posti lavoro, ora, ed è ancor peggio, pochi posti lavoro, ma come ben visibile a tutti, con un vergognoso inquinamento visivo, decrepito, cadente e pericoloso.

Per tutto questo non possiamo certamente essere orgogliosi del nostro Paese, ma ancor peggio non siamo assolutamente orgogliosi dei nostri Amministratori e del loro operato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*