2014 – Anno di Elezioni Comunali

imagesCi avviciniamo a grandi passi alla data del 25 maggio, giornata in cui si svolgeranno le Elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale del nostro Paese. Riteniamo proporre ai concittadini alcune riflessioni in merito alla futura Amministrazione Comunale che si dovrà occupare, tra l’altro, alla gestione delle ingenti disponibilità economiche che arriveranno, se e quando ancora da vedere, dalla tanto sospirata ed aspettata bonifica dell’ ex stabilimento Rumianca.

  1. Speriamo di avere una minoranza che rispetti il mandato che gli affideranno i suoi Elettori, perché sono tre Amministrazioni che i componenti della minoranza, vergognosamente, non fanno il loro dovere, o non partecipano più alla vita amministrativa, o ancor peggio vengono coinvolti nella maggioranza. Ogni organo democratico ha bisogno di una minoranza attiva che sia di stimolo e che faccia critica costruttiva ai vincitori.
  1. Le prossime elezioni prevedono meno componenti nelle Liste che si presenteranno alla competizione elettorale, ci auguriamo che si presentino persone capaci, competenti e serie. Pensiamo sia finito il tempo in cui venivano proposti Candidati scelti o perché facevano parte di famiglie numerose, o perché erano conosciute ai più, perché frequentavano assiduamente i locali pubblici del Comune.
  1. Poiché non c’è nessun medico che consigli ad alcuno di candidarsi a guidare il nostro Comune, speriamo che l’umiltà e la consapevolezza delle proprie capacità gli sia di consiglio nel valutare se è il caso o meno di candidarsi.
  1. Ci auguriamo che anche nella prossima Amministrazione sia numerosa e qualificata la presenza delle Donne, esse hanno doti umane e sociali ben superiori agli Uomini, esse saranno di grande supporto alla risoluzione dei numerosi problemi sociali che ci sono, e che purtroppo lo saranno ancor di più nei prossimi anni; debbono però essere messe in condizione di poter lavorare ed esprimersi al meglio delle loro possibilità, non debbono essere né “ingabbiate” nè “vincolate” nel loro agire, come è successo in questa Amministrazione Comunale, sono partite entusiaste e molto volenterose, ma sono state messe nelle condizioni di non poter svolgere il loro compito come potevano e come volevano, impedite di agire e condizionate al punto di abbandonare la vita amministrativa del nostro Comune, se ne sente la mancanza e ciò rincresce a molti di noi.
  1. Nei prossimi anni abbiamo bisogno di Amministratori Comunali, capaci, esperti, competenti ed umili, che formino un gruppo coeso, che possano collaborare tra di loro, che portino ciascuno, per le loro capacità e competenze, un fattivo contributo alla soluzione dei tanti problemi amministrativi che si succederanno. E’ finita l’epoca di “uno solo al comando” e che si comporti come “voglio, posso e comando”.
  1. Certamente desideriamo Consiglieri comunali che siano in grado di esprimere al meglio le loro capacità, le loro idee, i loro argomenti, che contribuiscano in maniera attiva alla gestione del nostro Comune. Sono parecchie legislature che sopportiamo Consiglieri diligenti solamente ad essere comandati, il cui compito principale è stato il dire sempre e solo si a comando, di alcuni, in Consiglio comunale, non si è mai udita la loro voce.
  1. I futuri Amministratori dovranno aver ben presente nella loro testa, nel loro modo di agire, nelle loro scelte, che Loro sono chiamati ad amministrare i soldi di noi tutti Cittadini di Pieve, dal più benestante (purtroppo non sono molti), al più povero (che sono numerosi e che aumentano ogni giorno), tutti noi ci meritiamo di essere amministrati nel nostro esclusivo interesse, escludendo scelte dissennate, faraoniche, costose ed inutili, così come avvenuto nel recentissimo passato, non abbiamo più bisogno di Amministratori megalomani.
  1. Dopo aver ben ponderato e considerato quanto da noi espresso sopra, speriamo, ma ne siamo ben certi, che la prossima Amministrazione comunale sarà formata da Consiglieri esperti, capaci, competenti e che penseranno al bene del nostro Paese, e che si comporteranno come dei buoni padri di famiglia.

Un pensiero su “2014 – Anno di Elezioni Comunali

  1. A dire il vero in questa ultima Amministrazione comunale, il Consigliere di minoranza, signor Spadone Eliseo, svolge ancora, con diligenza e rispetto per coloro che lo hanno votato, il suo compito con grande impegno, presentando interrogazioni e facendo giusti interventi nei Consigli comunali.
    Purtroppo è rimasto il solo a svolgere con serietà l’importante ruolo di minoranza che è utile ed indispensabile in ogni Amministrazione comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*